Ecco perché su usano i tappi di sughero per le bottiglie di vino

Il sughero è un materiale naturale versatile e sostenibile ottenuto dalla corteccia dell’albero di quercia da sughero (Quercus suber). È ampiamente utilizzato in una varietà di settori grazie alle sue caratteristiche uniche e alle sue molteplici applicazioni. Viene prodotto principalmente nei paesi del bacino del Mediterraneo, dove gli alberi di quercia da sughero crescono abbondantemente. La corteccia dell’albero viene raccolta tramite un processo chiamato “scolaggio”, che consiste nell’asportare la corteccia esterna senza danneggiare l’albero. Questo processo permette agli alberi di rigenerare la corteccia, rendendo il sughero una risorsa rinnovabile.

Proprietà fisiche e strutturali del sughero

Il sughero è caratterizzato da una struttura cellulare a base di piccole celle chiuse ermeticamente, chiamate “cellule di sughero”. Queste cellule sono riempite di aria e rivestite da una sostanza chiamata suberina , che conferisce al sughero la sua leggerezza, flessibilità e capacità di isolamento termico e acustico. Grazie alla sua struttura unica, il sughero è anche impermeabile ai liquidi e ai gas, rendendolo un materiale ideale per molteplici applicazioni.

Il sughero trova impiego in una vasta gamma di settori e prodotti. È appunto comunemente utilizzato come materiale per tappi di bottiglia vino, grazie alla sua capacità di sigillare ermeticamente le bottiglie e di preservare la freschezza e il sapore del contenuto. Inoltre, il sughero viene impiegato nell’isolamento termico e acustico delle abitazioni e degli edifici, nella realizzazione di pavimenti, rivestimenti murali, pannelli isolanti e persino nell’industria aerospaziale per la realizzazione di componenti leggeri e resilienti.

Il sughero è considerato uno dei materiali più sostenibili al mondo. La sua produzione non richiede l’abbattimento degli alberi, poiché la corteccia viene raccolta senza danneggiare l’albero, che continua a crescere e a rigenerare la corteccia. Inoltre, il sughero è completamente biodegradabile e riciclabile, riducendo al minimo l’impatto ambientale.

Perché su usano i tappi di sughero per le bottiglie di vino?

Una delle applicazioni più diffuse per il sughero è nella produzione di tappi per bottiglie di vino. Il sughero è da lungo tempo il materiale preferito per i tappi delle bottiglie di vino di alta qualità, e ci sono diverse ragioni per questa scelta. Il sughero offre una combinazione unica di caratteristiche che lo rendono ideale per la conservazione del vino. La sua elasticità gli consente di adattarsi perfettamente al collo della bottiglia, garantendo un’ottima tenuta e un sigillo ermetico che protegge il vino dall’ossidazione e dall’ingresso di aria esterna. Questo è essenziale per mantenere la freschezza e la complessità aromatica del vino nel tempo.

E’ un materiale poroso che permette al vino di respirare leggermente, consentendo una lenta evoluzione e maturazione del vino in bottiglia. Questo processo, noto come “micro-ossigenazione”, contribuisce a migliorare la struttura e il carattere del vino, conferendogli maggiore complessità e profondità. La tradizione di utilizzare il sughero per i tappi delle bottiglie di vino si basa anche sull’estetica e sull’esperienza sensoriale. L’apertura di una bottiglia di vino con un tappo di sughero è spesso considerata un momento solenne e significativo, e il caratteristico suono di “pop” al momento dell’apertura aggiunge un elemento di festa e di attesa alla degustazione del vino. Nonostante l’uso sempre più diffuso di alternative sintetiche o di altri materiali come il tappo a vite, il sughero rimane la scelta preferita per molti produttori e consumatori di vino di alta qualità, grazie alle sue eccezionali proprietà di tenuta, di micro-ossigenazione e alla sua connessione con la tradizione e l’eleganza del mondo del vino.

Potrebbe interessarti anche: